COMUNE DI MARCON
Presidente:   Miele Ulisse
V.Presidente: Saramin Franco
Segretaria: Duprè Paola
Area marketing: Ulisse Miele
Webmaster:  
Addetto Stampa: Garboli Andrea
   
Direttore Sportivo: Camilli Peter Nicola
Dirigente Responsabile: Andrea Garboli 
Dirigente accompagnatrice: Paola Duprè
Dirigente accompagnatore: Manuela Simionato
Responsabile Eventi:
Gabriella Succol
Medico Sportivo: Dott.ssa Fabiana Bellio
Fisioterapista: Dott.ssa Elena Battiva
Team Manager:  Portieri Margherita
Preparatrice Atletico: Prof. Lisa Cecchinato
Preparatori Portieri:

Antonio Vazzoler

Giancarlo Nascinben

   
Centro Riabilitazione: Clinica Fisiofit di Casale sul Sile
Responsabile impianto sportivo: Franco Favaretto
   
Organizzazione trasferte: Auriga Tours srl
   
   
   
   
Consiglieri: Camilli Peter Nicola
  Garboli Andrea
  Duprè Paola
   
   
   
   

Marcon-StemmaMarcon è un comune italiano di 16.341 abitanti della provincia di Venezia in Veneto.
Il territorio è completamente pianeggiante, ad eccezione della zona Ca' Rossa Zuccarello dove l'altezza del terreno è di 8 metri sul livello del mare. I corsi d'acqua principali sono il fiumeDese e lo Zero, ma numerosi sono i fossi e canali di scolo, come la Fossa Storta. Generalmente i corsi d'acqua sono pensili, essendo il territorio circostante (un tempo paludoso) posto sotto il loro livello; le acque endoreiche vengono rimosse tramite una grande idrovora posta al termine del comune.
Non sono state rinvenute testimonianze della presenza romana a Marcon, appare tuttavia ovvio che la zona fosse influenzata dalla presenza della vicinissima Altino. Le strade attuali sembrano seguire l'antico graticolato.
Il toponimo compare per la prima volta in un documento del 997 nel quale il vescovo di Treviso Rozone donava Marconio all'abbazia benedettina di Mogliano. I monaci, e poi le monache, amministreranno la zona sino al 1434.
Nel tardo medioevo il territorio marconese si caratterizzava per la presenza di boschi e zone umide che certo non favorivano l'insediamento umano. Nel 1515 il podestà di Mestre scriveva:
« Io trovo che questo territorio è grando et le chase sparpanade, che invero a persone che non havesse grande praticha seria impossibile a trovarle tute. »
L'area fu risanata solo nel XVI secolo ma non fu mai molto popolata: nel 1668 si contavano appena 450 abitanti; nel 1766 erano 614. In effetti, i nobili veneziani non furono mai molto interessati alla zona e solo pochi eressero qui delle ville.
Il comune di Marcon fu istituito nel 1807 durante la dominazione di Napoleone. Incorporato dagli austriaci a quello di Mogliano Veneto, tornò autonomo nel 1818.
Nel 1917 a Marcon fu istituito un campo di aviazione per la LXXVII e l'LXXX squadriglia dell'aeronautica.
Durante la Resistenza, è da ricordare la medaglia d'argento Dolfino Ortolan. In quel periodo il municipio fu incendiato e l'archivio, che conteneva preziose testimonianze sul passato recente della zona, andò completamente distrutto.
Il toponimo Marcon è legato al nome proprio Marco, relativo forse a un possidente romano.

Gaggio: nome di origine germanica che significa "bosco", "selva"; è attestato sin dal 994.

San Liberale: frazione di recente costruzione, prende il nome dalla parrocchiale del 1953.l

Colmello: colmello è un vecchio termine veneto che in passato indicava una suddivisione amministrativa del territorio, perciò una borgata; probabilmente così era chiamata la località (almeno sino agli anni '60) più popolata della zona.

Pojanon: da Povegliano, sede abbaziale tardoantica.

Praello: è il diminutivo del veneto prà "prato", per indicare gli spazi erbosi a nelle adiacenze del confine con il comune di Venezia.

Zuccarello: toponimo presente già nel Cinquecento, deriva forse da zocco, cioè "poggio"; in effetti la zona era un tempo al centro di una vasta campagna.

Visita il sito del Comune di Marcon: http://www.comune.marcon.ve.it

La società nasce nel 1984 per volontà di Antonio Ci sotto, persona disabile costretta in sedia a rotelle per causa di un brutto incidente stradale e di un gruppo di baldi giovanotti della Mestre bene, quasi tutti Studenti universitari ( oggi avvocati, dottori, ingegneri, geometri) appoggiati alla Parrocchia San Lorenzo ed affiliati al C.S.I. di Mestre.
Nel 1985 entra il sottoscritto che da una mano da esterno, perchè ancora tesserato F.I.G.C. A.I.A.\ Assitente di Linea nella categoria CAD e poi CAI.
Nella squadretta della Parrocchia c’è anche un mio carissimo amico (quasi fratello) certo Giuliano Nicolin, oggi dr Nicolin e medico sociale della società dove io sono presidente, che mi chiede di seguirli negli allenamenti, di trovare un campo da gioco ed altro.
Con il tempo risicato che avevo dalla mia vita professionale ed arbitrale qualche ora dedicavo anche a loro.
Gli anni passano, smetto di essere un tesserato A.I.A. e prendo in mano tutta la società, nel frattempo il fondatore arch.Cisotto per motivi di lavoro lasciava totalmente a me.
Negli anni della mia gestione da CSI ci siamo tesserati a US ACLI, U.I.S.P., ed infine F.I.G.C..
Dal 1985 al 1999 la società ha conosciuto solo splendore, gloria e fama, divenendo campioni italiani 1995, quattro anni vice-campioni d’Italia con US ACLI, tornei vinti a bizeffe, campioni provinciali e regionali.
Nel 1999 convoco tutti i giocatori di allora e comunico che la nuova stagione sportiva l’avrei fatta senza di loro perché trasformavo la società che aveva il nome di THEODORA a.c. in a.c.Femminile MESTRE 1999.
Negli anni della mia presidenza, riesco ad avere in gestione un impianto sportivo dal Comune di Venezia, allaccio rapporti con le istituzioni politiche quartierali, dove la società opera e con l’aiuto di certo Milan Renzo e Simionato Sandro Assessore allo Sport e Presidente del consiglio di quartiere Carpendo\Bissuola parte l’avventura con il calcio femminile.
Dal 1 luglio 1999 al 27 maggio 2014 la storia della società a.c.f. Mestre è sotto gli occhi di tutti. Società sana, senza debiti, stimata e considerata da tutta una città. Il calcio maschile nella città ha solo conosciuto fallimenti, fallimenti e disonore per debiti e quant’altro che negli anni hanno accumulato le varie gestioni.
In questi anni la società dall'attività regionale è passata in campo nazionale, facendosi conoscere come una società modello sia nei campi da calcio che fuori (sei targhe\coppa disciplina) vinti negli otto anni di permanenza nel nazionale ed infine la scorsa estate con la conquista del titolo di campione d’Italia di Beach Soccer a San Benedetto del Tronto.
Perché questa storia si ferma il 27 MAGGIO 2014 !?
Semplice dal 28 maggio 2014 la società si trasforma in Footbal Club Femminile Marcon, ma perché?!! che cosa è successo?!! Semplice, gli amici politici di quel tempo (Milan si è ritirato), Simionato è diventato vice sindaco per cui il nostro aiuto nelle campagne elettotali non serve più e pertanto ci siamo trovati in balia di un assessore allo Sport al quale del calcio femminile non interessa nulla, se non esistesse sarebbe meglio, meno problemi per i campi alla domenica.
Nel frattempo abbiamo perso la gara per la riassegnazione dell’impianto dove eravamo nati e cosi la stagione appena terminata è stata un inferno che non auguro al peggiore dei miei nemici.
Perché Footbal Club Femminile Marcon? Perché Marcon è il mio paese di residenza da circa vent’anni, dove nella società maschile Calcio Marcon ho imparato a fare il segretario, perché era da un pezzo che si vociferava la venuta della società nel territorio, perché c’è un presidente della società maschile Calcio Marcon che è un uomo di calcio e che al volo ha capito il nostro problema offrendoci un’impianto sportivo dove svolgere la nostra atttività e cosi è stata presa la decisione per il bene delle ragazze e della società di trasferirci in questo paese che dista tre km dal territorio del comune di Venezia.
Certo se guardo indietro lascio il nome di una città dove io ho dato tanto e Lei non mi ha dato nulla, lascio titoli sportivi e ricordi di vent’anni di duro lavoro da parte mia e di tutta la mia famiglia che sempre e ripeto sempre mi ha supportato in tutto e per tutto senza mai remarmi contro una volta.
A questo punto giriamo pagina e partiamo con il 25-26 e spero 27 luglio con il Beach Socer a Montalto di Castro in difesa di quel titolo italiano vinto lo scorso anno dove sono gia pronti a togliercelo, ma noi lo difenderemo con i denti fino alla fine.

Ulisse Miele

A.S.D. F.C.F. MARCON
VIA L.DA VINCI,15/3 30020 MARCON
cf/p.iva 02401080276
tel.: 041.5951412 - fax: 041.5951412 / e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sottocategorie

memorial2017

ckd electroadda fyh lg mgm motovario
mtv rael tellure vetorix zvl topdisplay
galivm pettinati        

LE CONVENZIONI

CONVENZIONE CON HOTEL DUCA D'AOSTA

CONVENZIONE CON HOTEL DUCA D'AOSTA

FCF Marcon rende noto, alle società avversarie, di aver st...

login